dott. prof. ROBERTO BRACAGLIA - chirurgia estetica

home » chirurgia estetica del viso » otoplastica o orecchie a ventola

Otoplastica o Orecchie a Ventola

VAI ALLA GALLERIA FOTOGRAFICA DEI PRE - POST OPERTAORI

L'inestetismo più frequente a carico delle orecchie è dovuto alla loro posizione più o meno distaccata dalla testa che le rende prominenti. Tale situazione è evidente sin dalla nascita, e che va sotto il nome comune di "Orecchie a sventola".

Da quale età è posibile effettuare l'intervento di Otoplastica?

Nei bambini è possibile effettuare questa procedura chirurgica sin dall'età prescolare, poiché le orecchie terminano buona parte del loro accrescimento al 5°anno di età, e la precoce correzione del difetto può consentire un migliore inserimento nell'ambiente scolastico. Molto frequentemente scatta il desiderio dell'intervento in chi ha le orecchie a ventola, allorquando accorciando i propri capelli si rende conto di quanto il padiglione auricolare sporge

Come si correggono le orecchie "a sventola"?

 L'intervento, definito appunto "Otoplastica", consente di riaccostare le orecchie prominenti al capo e guadagnare un aspetto naturale. Con l'operazione si ricreano anche le normali pieghe della cartilagine presenti sull'orecchio e si conserva inalterato il solco retroauricolare ove si possono poggiare le stanghette degli occhiali.

Nell'adulto e nei giovani sopra i 13-14 anni è possibile effettuare quest'intervento in anestesia locale, ambulatorialmente senza ricovero, ma nei bambini piccoli è preferibile l'anestesia generale, per la loro possibile irrequietezza.  Il difetto è essenzialmente legato ad un'anomalia di forma e posizione della cartilagine che fa da impalcatura all'orecchio, quindi l'intervento correttivo si effettua rimodellando e riscolpendo questo tessuto, in modo da conferirgli una forma corretta e più armonica. Di regola, al termine dell'intervento si stabilizzano le cartilagine dell'orecchio nella nuova forma utilizzando dei punti di sutura interna che si riassorbono spontaneamente e che, quindi, non necessità di essere rimossi. L'incisione cutanea, che è utilizzata come via d'accesso alla cartilagine del padiglione auricolare da rimodellare, resta nascosta nel solco retroauricolare e, quindi, in posizione non visibile sin dall'immediato postoperatorio. Per l'intervento non si tagliano i capelli circostanti e ciò consente un'immediata ripresa delle attività quotidiane già dal giorno successivo. Il bel risultato è apprezzabile fin da subito e migliora ulteriormente nel giro di poche settimane.

 E' possibile anche modificare oltre alla sporgenza anche la forma del padiglione auricolare?
Oltre alle cosiddette "Orecchie a sventola" esistono tutta una serie di altri difetti estetici che è possibile correggere chirurgicamente, fra i quali ricordiamo i ripiegamenti anomali della porzione superiore (lop ear), la perdita della piega o del margine, sempre nella parte alta, (orecchie a conchiglia) ed infine le deformità del lobo auricolare ecc.
E' quindi opportuno discutere con il chirurgo le possibilità e le strategie idonee al singolo caso specifico.

 

PRENOTAZIONE VISITE:
Tel.  06-35454444
Studio: CENTRO DI CHIRURGIA ESTETICA - 
Clinica Villa Stuart  -  Via Trionfale 5952 (Camilluccia)    00136 -  Roma

Per notizie sulla struttura e le attività del Bracaglia Aesthetic Center di Villa Stuart in Roma puoi consultare il sito: www.bacesteticaroma.it